Pordenone educazione scuola giovani PD

La scuola sia al centro della vita della città

  • Scritto da

    Francesco Saitta

Condividi

Istruzione: Saitta (Pd), la scuola sia al centro della vita della città

"L'amministrazione comunale deve fare la regia di un patto educativo territoriale che veda scuole, famiglie, associazioni ed istituzioni collaborare concretamente per lo sviluppo formativo e personale dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze" ne è convinto il consigliere comunale del Partito Democratico Francesco Saitta, che precisa

"dopo due anni di isolamento sociale e relazionale, più che in altre fasi storiche, viviamo l'emergenza educativa con particolare apprensione, le giovani generazioni hanno bisogno del supporto e del sostegno di tutta la comunità. Il patto educativo è un accordo tra le parti già citate che annualmente si incontrano, programmano e verificano una serie di interventi per i ragazzi. Un quadro concreto e sinergico di interventi che possono spaziare in molti ambiti: presenza strutturale di psicologi e pedagogisti a scuola, prevenzione di fenomeni di bullismo, supporto formativo alle famiglie, presenza delle associazioni per proporre attività di socializzazione e volontariato vivendo le strutture anche in tempo extrascolastico, stimolo all'orientamento e collegamento con il mondo del lavoro."

"Le esigenze sono concrete e urgenti, il ruolo dell'amministrazione comunale fondamentale per garantire trasversalità tra i servizi di cultura, istruzione, politiche giovanili e sociali, e coordinare tutti gli attori in campo. L'auspicio è che la promessa di lavoro trasversale tra gli assessorati e la centralità dei giovani per questa amministrazione contempli la valutazione di queste nostre proposte. Servono azioni concrete che devono anche avere una copertura finanziaria, per realizzare le quali nella prossima legge di bilancio comunale si possono destinare risorse straordinarie."