Pordenone educazione elezioni2021 PD smartworking

Piazza Risorgimento: si pensi a una progettualità complessiva

  • Scritto da

    Francesco Saitta

Condividi

Piazza Risorgimento: Dalpiaz e Saitta (Pd), si pensi a una progettualità complessiva

"Piazza Risorgimento è da tempo sotto ai riflettori della città e dei cittadini, e sicuramente c'è bisogno di una progettualità a lungo termine che la valorizzi e riqualifichi. Prendiamo dunque atto della proposta del vicesindaco Loperfido di riqualificare piazza Risorgimento con spazi di studio. La proposta in sé è sicuramente un'idea nella direzione anche da noi proposta e non può che essere sostenuta, perché coinuga l'esigenza di ampliare gli spazi a disposizione dei giovani e la necessità di ripopolare una piazza difficile con attività di socializzazione e formazione."

Intervengono così i due consiglieri comunali del Partito Democratico Francesco Saitta e Alice Dalpiaz che accolgono favorevolmente la proposta del vicesindaco Loperfido ma puntualizzano alcuni elementi richiedendo un intervento di più ampio respiro "Bisogna però fare attenzione al fatto che la piazza è già stata oggetto di molte iniziative da parte dell'amministrazione Ciriani senza ottenere al momento risultati lampanti, non bisogna in questo senso considerare gli studenti come meri elementi-comparse di un'azione sporadica e isolata. Gli studenti e gli spazi a disposizione meritano una progettualità complessiva che non può ridursi a qualche aula riscaldata. Non perdiamo l'occasione di ripensare in modo prospettico la questione, ricordando che abbiamo bisogno di aule studio e di spazi di lavoro flessibile, integrando lo studio dei ragazzi e delle ragazze delle superiori e dell'università con il co-working per giovani che si affacciano al mondo del lavoro. "

Concludono quindi i due cosiglieri dem con un auspicio nei confronti della giunta "Serve quindi che questa proposta s’inserisca in una visione complessiva e in un piano straordinario di misure a sostegno dell’educazione e di rilancio di Pordenone come polo educativo che coinvolga assieme alla riqualificazione di piazza risorgimento un ripensamento dell'utilizzo degli spazi della biblioteca civica, una ricognizione di altri spazi nel territorio comunale, l'avvicinamento degli studenti dell'università al centro storico e l'inserimento di progetti di coworking a fianco degli spazi di studio. Auspichiamo quindi un lavoro trasversale nella giunta e la descrizione di un progetto di ampio respiro. "

L'intervento sul tema al telegiornale de il13 martedì 26 ottobre 2021: